Gurgler

Uno degli artificiali tra i più semplici e ben riusciti nella storia della pesca a mosca. Il suo ideatore, lo statunitense Jack Gartside, seppe creare con una minima base di materiali e pochi passaggi costruttivi, un’esca dalle doti eccezionali che ha catturato e continua a catturare un’ampia varietà di pesci in ogni parte del mondo.

L’azione che il Gurgler svolge a galla è meno rumorosa di quella che si ottiene con un popper, ma è comunque molto accattivante. Differenziando il tipo di recupero si possono ottenere risultati differenti, come splash rumorosi, spruzzi d’acqua e turbolenze, movimenti irregolari o eccitanti scie silenziose. La sua struttura e i materiali di cui è costituito, fanno in modo che opponga una minor resistenza all’aria rispetto ad un popper, risultando decisamente più agevole da lanciare.

Oltre alle grandi doti attrattive, un vantaggio sicuramente significativo del montaggio Gurgler-style, rispetto a molti altri dressings, è che la parte interessata dal montaggio del foam riguarda la zona superiore dell’amo, lasciandone così il gap completamente libero. Particolare questo che da grande vantaggio in fase di ferrata.

Devo dire che sicuramente il Gurgler si pone come uno degli esempi più significativi di razionalità, semplicità ed efficacia in materia di artificiali per la pesca a mosca.

Ovviamente, realizzabile in misure e colori diversi.

La ricetta

Amo:                            Gamakatsu SP11-3L3H – size 2

Filo di montaggio:          giallo

Coda:                           bucktail giallo; pearl Flashabou

Corpo:                          2 saddle hackles gialle più 1 saddle hackle rossa

Dorso:                          foam giallo

Il montaggio

1) Iniziamo formando la coda con bucktail giallo miscelato a pochi filamenti di pearl Flashabou

gurgler1.jpg

 2) Avvolgiamo a palmer 2 saddle hackles gialle. 

gurgler2.jpg

3) Proseguiamo avvolgendo a palmer 1 saddle hackle rossa, fino ad arrivare in prossimità dell’occhiello.

gurgler3.jpg

4) Ritagliamo con due lati smussati una striscia di foam giallo lunga poco più di due volte l’amo.

gurgler4.jpg

5) Fissiamola vicino all’occhiello e rivolta in avanti, serrando con un nodo di chiusura e recidendo il filo di montaggio.

gurgler5.jpg

6) Dopo aver fissato il filo di montaggio alla base della coda, ribaltiamo indietro la striscia di foam. Nodo di chiusura e recidiamo ancora il filo di montaggio.

gurgler6.jpg

7) Mettiamo una goccia di colla sulla legatura.

gurgler7.jpg

8) Riposizioniamo il filo di montaggio in prossimità dell’occhiello, ribaltiamo ancora in avanti la striscia di foam e fissiamola definitivamente con il nodo di chiusura e successiva goccia di colla sulla legatura. Con le forbici recidiamo la striscia di foam lasciando una sufficiente abbondanza per formare la paletta...

gurgler8.jpg

9) … paletta che dovrà risultare ben proporzionata con la dimensione del corpo.

gurgler9.jpg

10) Controlliamo che il foam sia ben posizionato.

gurgler10.jpg

11) Il Gurgler è ultimato.

Antonio Rinaldin

gurgler11.jpg